Provincia di Trento Bosco Arte Stenico

Danni della tempesta Vaia

Nel bosco che ospita BoscoArteStenico l'evento Vaia ha causato la caduta di numerosi alberi per lo più abete rosso e pino nero sia sul percorso attrezzato che nell'interno del bosco, altri sono stati spezzati a diverse altezza dalla furia del vento. La strada di accesso disabili è stata seriamente danneggiata, la forte e violenta precipitazione ha trasformato la carreggiata in un torrente scavando profondi solchi.

bosco arte stenico vaia

Già pochi giorni dopo il disastro il percorso è stato riaperto ai visitatori, la strada d'accesso ai disabili è stata ripristinata con materiale legante e sono state poste nuove canalette di scolo, le piante cadute sul percorso sono già state tolte ripristinando la normale fruizione del percorso le altre all'interno del bosco verranno tolte e sistemate appena possibile, ma la parte più importante era poter riaprire il percorso per farlo fruire ai visitatori, BAS è aperto e visitabile in tutto l'arco dell'anno. Anche le opere hanno subito danni, tre le opere cadute, una non più recuperabile mentre l'altra è caduta appoggiandosi al terreno in forma curiosa (cadere in piedi) altre sono state danneggiate.
I danni stimati ammontano a ca. 50.000 euro.

bosco arte stenico vaia

Proposte attività insieme a Rete Clima e PEFC Italia

Per l'edizione 2019 di BAS il tema scelto è “SU”. L’edizione 2019 del BAS vede la luce in un momento difficile per la montagna e il bosco, in particolare per il territorio del Trentino.
La caduta degli alberi e l’impeto delle acque hanno impressionato tutti, creando una percezione che va oltre il semplice dato fisico esistente.
Si è pensato dunque di dedicare il tema della settima edizione di BoscoArteStenico a questo sentimento, usando un titolo che fosse di buon augurio e di buona fortuna per il futuro. “SU” rappresenta dunque la voglia di ripartire, di andare avanti, di rimettere in piedi le cose, di rinascere, di crescere ancora.

bosco arte stenico vaia

La proposta per il 2019 consiste nella creazione di un’opera vegetale composta da piante di faggio e di corniolo piantate in un ordine specifico fino a formare una forma che di anno in anno muterà attraverso la crescita, la potatura e l'intreccio. La forma che si intende realizzare è raffigurata negli affreschi del ciclo dei mesi di torre d'Aquila nel castello del Buonconsiglio e risalgono alla fine del XIV secolo. Questo progetto sarà possibile grazie al lavoro degli accompagnatori locali di BAS formati grazie al sostegno della Cassa Rurale per l'ambito formativo-culturale del 2018.

bosco arte stenico vaia

Oltre al necessario lavoro di approntamento dell'area interessata, l'opera sarà totalmente gestita dai nostri bambini/ragazzi che frequentano la scuola d'infanzia, la scuola elementare e la scuola media. Il loro compito non sarà soltanto mettere a dimora le piantine ma soprattutto averne cura. Le piante saranno piantate nel corso della “festa degli alberi 2019” e nelle future edizioni annuali della “festa degli alberi” potate e intrecciate. Nel corso dell'incontro i ragazzi contribuiranno alla normale manutenzione sia del bosco che del percorso. Durante la giornata in collaborazione con il Servizio Foreste e Fauna della PAT e l'Ispettorato Forestale di Tione e il Parco Adamello Brenta ci saranno dei momenti di incontro con i tecnici che spiegheranno ai ragazzi la cura e manutenzione dei boschi, l'incontro con una persona anziana che testimonierà con la propria memoria storica i cambiamenti climatici in atto.

bosco arte stenico vaia

Il progetto intende avvicinare i bambini alla natura e alla cura del bosco e del territorio (tema particolarmente d'attualità viste le recenti calamità). Ogni bambino avrà un ricordo tangibile del compito che gli è stato assegnato e vedrà quella piantina come di sua proprietà coinvolgendo e motivando anche tutta la sua famiglia. La parte dedicata all'incontro con i tecnici forestali, geologi ecc., anche se in forma di gioco formerà ragazzi e docenti su tematiche ambientali e cura del bosco.

bosco arte stenico vaia

È destinato a bambini e studenti ma non è solo concentrato nel periodo scolastico ma anche nelle attività extrascolastiche coinvolgendo oratori, campeggi, sia estivi che invernali.
Quindi va a beneficio di tutte quelle associazioni sociali e non che sono i fruitori di percorsi in natura come BoscoArteStenico. La certificazione di BAS con il Marchio OPEN apre tutte queste attività ai fruitori disabili attraverso una reale accessibilità, mentre la certificazione PEFC apre alla sostenibilità ambientale.

bosco arte stenico vaia

Nel progetto abbiamo coinvolto il PEFC che darà visibilità al progetto, l'Istituto Comprensivo Giudicarie Esteriori, l'Azienda di promozione turistica, l'Ecomuseo e la Biblioteca di valle, il Servizio Foreste e Fauna della PAT e l'Ispettorato Forestale di Tione, il Parco Adamello Brenta, il comune di Stenico, la pro loco di Stenico, l'oratorio di Stenico, Attività culturali della PAT, ecc.

bosco arte stenico vaia

Prossime attività in calendario sul percorso del BoscoArteStenico

  • 8 dicembre 2018: accensione stella cometa, storia della stella, albero di Natale.
  • 19 dicembre 2018: ore 14 festa bambini Materna Stenico
  • 23 febbraio 2019 m'illumino di meno: Terna, energia green, valle dei Molini l'acqua come forza motrice.
  • 24 aprile: Albero Pasquale arriva primavera incontro con un botanico.
  • 5 giugno “Festa degli alberi”
  • Manifestazione BoscoArteStenico 2019 dal 23 al 30 giugno